Articles

Lo sviluppo storico delle leggi DUI di oggi-DUI BLOG Maggio 22, 2020

Posted on

Chiedere a qualsiasi cittadino degli Stati Uniti oggi se sanno che è contro la legge per operare un veicolo a motore sotto l’effetto di droghe o alcol. Naturalmente, la maggior parte risponderebbe, ” sì ” immediatamente. Tuttavia, questo non è sempre stato il caso. Non molto tempo fa, stati promulgato la prima ondata di leggi DUI, che sarebbe diventato un pilastro nella nostra società come un mezzo per rendere le strade sicure.

Nel 1906, il New Jersey divenne il primo stato dell’unione a criminalizzare la guida di un’automobile in stato di ebbrezza. La legge del New Jersey ha dichiarato no ” persona intossicata deve guidare un veicolo a motore.”Qualsiasi violazione di questa legge ammontava a una multa di $500,00 (piuttosto una grande quantità di denaro nel 1906) o fino a 60 giorni in prigione della contea. Nel 1910, New York seguì l’esempio, e alla fine, così fecero tutti gli altri stati. Le leggi DUI originali erano molto diverse rispetto alle versioni di oggi perché semplicemente vietavano la guida in stato di ebbrezza. Le leggi non specificavano quale livello di concentrazione di alcol nel sangue (“BAC”) costituisse essere intossicato. Di conseguenza, le leggi mancavano di una chiara definizione di ciò che si qualifica come guida ubriaca o intossicata. Ci sono voluti legislatori un po “di tempo per affrontare il problema di ambiguità di quando qualcuno era” intossicato.”A quel tempo, non c’era modo di misurare correttamente il BAC di un individuo. Inoltre, anche se il BAC di un conducente poteva essere determinato, mancava una comprensione della correlazione tra BAC e le capacità motorie necessarie per operare in sicurezza un veicolo. Pertanto, non è stato possibile formulare raccomandazioni appropriate a livello di BAC. Tuttavia, un’invenzione improbabile alla fine ha aperto la strada alla chiarezza.

Nel 1936, Rolla N. Harper inventò un dispositivo chiamato “Drunkometer”, che incorporava un palloncino nel suo design per indicare con discreta precisione il BAC di una persona. Poi, Robert Borkenstein, uno scienziato americano e un ufficiale di polizia, ha collaborato con la Indiana University School of Medicine per espandere il Drunkometer per scopi di applicazione della legge. Le autorità sono state finalmente in grado di stabilire una correlazione tra BAC e intossicazione. Pertanto, nel 1938, l’American Medical Association e il National Safety Council suggerirono di stabilire 0.15 per cento come il livello BAC corretto da considerare un individuo ubriaco.

L’ingegno di Borkenstein non si fermò con il Drunkometer. Nel 1953, ha introdotto l’etilometro—che è diventato una componente importante del kit di strumenti di un ufficiale di polizia. L’etilometro era superiore al Drunkometer in quanto utilizzava l’ossidazione chimica e la fotometria per misurare più accuratamente i vapori di alcol nel respiro di un individuo. Da questo punto in poi, c’era un modo abbastanza accurato per misurare l’alcol nel sistema di un individuo, il che significava che le autorità potevano anche dire, meglio di quanto avessero mai fatto prima, se qualcuno era intossicato. Successivamente, spettava agli stati modificare i loro standard di test esistenti per tenere conto di questa svolta tecnologica.

Per il decennio successivo, le forze dell’ordine hanno raramente applicato le leggi DUI. Le potenziali sanzioni per la guida sotto l’influenza erano relativamente dure, e forse è per questo che gli ufficiali erano inizialmente riluttanti a farle rispettare. La riluttanza del funzionario ha portato a contraccolpi tra i gruppi di interesse pubblico che sostenevano una più rigorosa applicazione delle leggi DUI. Alla fine, la National Highway Traffic Safety Administration (“NHTSA”) ha convinto alcuni stati ad abbassare i loro livelli di DUI BAC allo 0,10%.

Negli 1970, il governo federale e i governi statali hanno cercato di prevenire ulteriormente la crescente diffusione di incidenti stradali legati alla DUI negli Stati Uniti. Ciò ha portato allo sviluppo e al passaggio di leggi DUI di per sé—dove, per essere condannato per un DUI, uno stato non ha bisogno di dimostrare che l’alcol nel sistema del conducente è ciò che ha influenzato la capacità del conducente di operare in sicurezza un veicolo a motore. L’unica cosa che uno stato aveva bisogno di dimostrare era che il conducente stava operando il veicolo mentre il suo BAC era al di sopra del limite legale del rispettivo stato. Di per sé le leggi DUI combinate con un crescente interesse pubblico nel prevenire le morti legate alla DUI hanno plasmato la gravità delle attuali sanzioni per guida in stato di ebbrezza.

Negli anni 1980 e 1990, gruppi come Mothers Against Drunk Driving (“MADD”) e Students Against Distructive Decisions (“SADD”) hanno iniziato a ricevere l’attenzione nazionale per i loro sforzi per combattere la guida in stato di ebbrezza. Attivista Candy Lightner probabilmente ha fatto di più per far luce sui pericoli di guida sotto l “influenza fondando” MADD.”Nel 1980, un autista ubriaco con tre precedenti condanne per guida in stato di ebbrezza colpì e uccise la figlia di 13 anni della signora Lightner mentre stava tornando a casa da una funzione scolastica. L’autista era fuori su cauzione al momento dell’incidente da un arresto mordi e fuggi due giorni prima. L’indignazione pubblica associata a questa tragedia era piuttosto grave. MADD continua ad essere influente nel plasmare la legislazione DUI in tutto il paese.

Nel 2000, l’amministrazione Clinton ha utilizzato i poteri di spesa del Congresso per richiedere a tutti gli stati di abbassare il loro limite legale BAC allo 0,08%. Se uno stato decidesse di non adottare il nuovo standard nazionale, perderebbe una notevole quantità di fondi federali per la costruzione di autostrade. Il governo federale ha razionalizzato questa decisione affermando che si trattava di un obiettivo di politica pubblica bipartisan per ridurre le morti legate al DUI e ha utilizzato le statistiche per dimostrare che la diminuzione del limite BAC da 0.10 per cento a 0.08 per cento avrebbe salvato circa 500 vite all’anno. Di conseguenza, la maggior parte degli stati ha rispettato il nuovo limite BAC universale del governo federale. 45 stati hanno approvato leggi che abbassano il limite BAC ammissibile allo 0,08 per cento entro ottobre 2003. Gli ultimi cinque stati non hanno resistito molto più a lungo in quanto tutti i 50 stati erano a bordo entro luglio 2004.

Il 0.08 limite BAC per cento e la componente di per sé della legge DUI è lo standard minimo di tutti i 50 leggi DUI stati oggi. Tuttavia, alcuni stati sono andati oltre ciò che il governo federale suggerisce al fine di combattere e scoraggiare la guida sotto l’influenza. Per esempio, Utah vanta il limite più rigoroso BAC nella nazione. Lo stato ha adottato un limite BAC di 0,05 per cento alla fine del 2018. Inoltre, molti stati hanno aggiunto sanzioni più severe per livelli eccessivamente elevati di BAC. Per esempio, Arizona, California, Texas, Washington e molti altri stati hanno pene più severe per le condanne DUI dove BAC del conducente era 0,15 per cento o più.

Leggi DUI sono in continua evoluzione. Mentre le autorità governative cercano nuovi modi per ridurre le morti legate al DUI, altri stati cercheranno senza dubbio anche di abbassare i loro limiti legali. Se la tendenza dal 1960 ad oggi ci dice qualcosa, dovremmo prepararci per le leggi DUI più severe in futuro.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.