Articles

The Dumb Supper: Dining with the Dead

Posted on

Molte culture e religioni celebrano questo periodo dell’anno come il momento di onorare i loro morti. Día de Los Muertos, All Souls’ Day, Halloween e Samhain (pronunciato, “Seminare-vincere”) celebrano, con offerte di cibo e fiori, coloro che ci hanno lasciato. Quando si muore Membro del team, Kelley Edwards, è andato a Salem per il Festival dei Morti. Scrive di un evento affascinante e di una tradizione, La Cena stupida.

Quando la maggior parte delle persone sente parlare della città di Salem, Massachusetts, pensano automaticamente alle streghe. Anche se quelli giustiziati erano innocenti, la città da allora è diventata un centro per le streghe moderne. In effetti, le streghe di Salem di oggi non assomigliano agli stereotipi a cui pensiamo e sono molto più del folklore. La comunità di streghe lavora i “vecchi modi” che coinvolge onorare i loro antenati. Halloween o Samhain è un tempo sacro e considerato il nuovo anno della Strega, in quanto significa la fine del raccolto e l’inizio dell’inverno. È in questa notte, che conduce al Giorno di Tutte le Anime, che credono che il velo tra i morti e i vivi sia più sottile e che i morti siano aperti alla comunicazione.

Questo mi era familiare da bambino quando mia nonna ci incoraggiò ad aprire le porte e le finestre a mezzanotte di Halloween per “lasciare che i morti soffiassero” e impedire agli spiriti di rimanere intrappolati e infestare la nostra casa. Non era chiaro se questa fosse una tradizione del nostro patrimonio gallese, o qualcosa a cui mia nonna era venuta da sola, ma fino ad oggi, nella notte di Halloween, seguo ancora la tradizione di mia nonna e apro le finestre e le porte. Non si tratta di temere i fantasmi, ma di ricordare qualcuno che amo. Conosco altri che osservano questa volta per commemorare i loro morti con il cibo, come nel breve film d’animazione, “A Dinner with Dad” che è presente sulla pagina del membro When You Die.

Oggi, le streghe di Salem, e coloro che vi si riuniscono da lontano, onorano questo periodo dell’anno con la Festa dei Morti, un evento annuale che, secondo il suo sito web, “esplora i costumi macabri della morte, le storie eretiche e gli strani rituali.”Un evento di particolare interesse è la Cena muto. Il nome deriva dal fatto che l’intero pasto di 4 portate viene consumato in completo e solenne silenzio. Questo silenzio, sempre dal sito web del Festival dei Morti, ” non solo permette alle persone di piangere i loro morti, ma crea un portale per gli spiriti a venire attraverso.”Gli ospiti sono invitati a portare foto e ricordi per evocare le anime dei loro cari dall’altra parte. La Cena Muta è un’antica tradizione in cui i morti frequentano i vivi. Il pasto viene servito in ordine inverso, iniziando con il dessert e finendo con l’antipasto e il pane, poiché il pasto stesso è un’immagine riflessa del pasto che i morti ricorderebbero.

Il Festival dei Morti si svolge a Salem per tutto il mese di ottobre, ed è uno dei periodi più affollati dell’anno. Mentre c’è certamente un’atmosfera di festa, c’è anche un aspetto solenne che potrebbe essere perso dai turisti. La Festa dei Morti celebra la vita e la nostra morte imminente, oltre a onorare coloro che sono venuti prima. Si ritiene che nel fare questo, ci siamo anche impostati per diventare buoni antenati per le generazioni future.

Sarah Lyn, nel suo blog, Camminando con gli antenati, termina la sua stupida cena con questo:

Per quelli che lo hanno preceduto,

Per coloro i cui nomi a vivere nei nostri cuori e danza sulle labbra,

Per coloro i cui nomi sono stati persi nel mare del tempo,

Per coloro le cui ossa giacciono sopra e sotto la terra,

Per coloro le cui ceneri hanno viaggiato su venti,

Noi, vivi, grazie per la sala da pranzo con noi.

Noi, i vivi, vi auguriamo buon viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.